Articoli Trasparenza

Amministrazione Trasparente

Revisione straordinaria delle società partecipate

Ai sensi dell’art. 24 del D .Lgs. 19-8-2016 n. 175 come modificato D .Lgs. 16-6-2017 n. 100 i Comuni sono tenuti ad effettuare una revisione straordinaria delle partecipazioni detenute.

L’articolo disciplina la procedura per la ricognizione straordinaria obbligatoria delle partecipazioni detenute, direttamente o indirettamente, dagli enti locali e dalle altre amministrazioni pubbliche alla data del 23 settembre 2016.

Nello specifico, gli enti – tenuto conto delle modifiche apportate dal Decreto correttivo – per le partecipazioni che:

– non rientrano in alcuna delle categorie di cui all’art. 4, modificato come sopra indicato;

– non soddisfano i requisiti relativi alla procedura per la costituzione, acquisto o partecipazione di società di cui all’articolo 5, commi 1 e 2, del Testo Unico, modificato come sopra indicato;

– siano oggetto di misure di razionalizzazione di cui all’articolo 20, c. 2, modificato come sopra indicato;

ne dispongono l’alienazione ovvero la loro razionalizzazione mediante fusione, messa in liquidazione o dismissione.

Entro il termine del 30 settembre 2017 fissato dal Decreto correttivo, ogni amministrazione pubblica adotta una delibera consiliare con la quale effettua la ricognizione straordinaria di tutte le partecipazioni detenute al 23 settembre 2016 (data di entrata in vigore del Testo Unico) – da inviare alla competente sezione regionale della Corte dei Conti nonché alla struttura per il controllo e il monitoraggio, prevista dal decreto – indicando le società da mantenere, da alienare ovvero oggetto di operazioni di razionalizzazione, fusione o soppressione, anche mediante messa in liquidazione o cessione, ai sensi di quanto su indicato.

 

Il Commissario Prefettizio con atto n. 8 del 02/10/2017 ad oggetto: “REVISIONE STRAORDINARIA DELLE PARTECIPAZIONI ART. 24, D.LGS. 19 AGOSTO 2016 N. 175, COME MODIFICATO DAL D. LGS. 16 GIUGNO 2017, N. 100 – RICOGNIZIONE PARTECIPAZIONI POSSEDUTE” ha approvato il Piano di razionalizzazione straordinaria delle società partecipate.

 

Tale atto ricognitivo costituisce aggiornamento ai sensi dell’at.24, c.2, T.U.S.P. del piano operativo di razionalizzazione già adottato ai sensi dell’art. 1, c. 612, legge 23 dicembre 2014 n. 190, con delibera di G.C. n. 57 del 31/03/2016

Scorciatoie