Articoli Trasparenza

Amministrazione Trasparente

Costituzione Ufficio per i procedimenti disciplinari

L’art. 55 bis, comma 4, del D. Lgs n. 165/2001, come modificato dall’art. 69 del D. Lgs. n. 150/2009, in vigore dal 15/11/2009, stabilisce che ciascuna Amministrazione, secondo il proprio ordinamento, individua l’ufficio competente per i procedimenti disciplinari (U.P.D.).
La funzione di detto ufficio è quella di contestare l’addebito al dipendente, istruire il procedimento disciplinare ed adottare l’atto conclusivo del procedimento (la sanzione).
L’Ufficio per i procedimenti disciplinari è competente nella gestione di tutti i procedimenti disciplinari a carico di dipendenti di tutte le categorie previste dal Comparto Regioni ed Autonomie Locali che comportano l’applicazione di sanzioni di minore gravità (superiore al rimprovero verbale e inferiore alla sospensione del servizio con la privazione della retribuzione per non più di 10 giorni) e sanzioni di maggiore gravità (quando la sanzione è superiore alla sospensione del servizio con privazione della retribuzione per più di 10 giorni).

Scorciatoie