Articoli

Il Comune

La Documentazione

4 luglio 2019: un’altra brutta giornata per il nome di Lonate Pozzolo

Oggi, 4 luglio 2019, è stata un’altra brutta giornata per il nome di Lonate Pozzolo.
L’operazione delle forze dell’ordine di questa mattina ha gettato una luce inquietante sulla politica locale lonatese del recente passato.
Le vicende relative all’arresto dell’ex sindaco Danilo Rivolta erano state dipinte come interessi privati che nulla avevano a che fare con l’amministrazione del Comune.
Ora invece c’è un’ombra pesante sul governo di Lonate Pozzolo degli ultimi anni, che sconforta e disgusta.
Alessandra Cerreti, Pubblico Ministero della Procura di Busto Arsizio ha dichiarato: “In particolare, da quanto emerge, l’associazione mafiosa riusciva a convogliare i voti dell’area varesina di Lonate Pozzolo, cosa che hanno tentato anche nelle consultazioni elettorali del 2018, ma il loro candidato viene battuto”.
Voto di scambio e associazione mafiosa: concetti che non vogliamo sentire mai più associati al nostro Comune.
Lonate Pozzolo ha un tessuto sano, una maggioranza silenziosa di onesti cittadini che meritano di essere sostenuti e di avere voce e visibilità.
Il lavoro delle forze dell’ordine e dei magistrati è solo un tassello di quello che serve per voltare finalmente pagina, per fare pulizia del marcio che abbiamo letto e sentito oggi per tutta la giornata.
L’Amministrazione ha il compito di continuare a lavorare per la promozione della legalità, operando con la massima trasparenza e sempre attenta che nessuna violazione possa essere compiuta.
L’etica è e sarà sempre alla base delle azioni della nostra amministrazione e i cittadini onesti ci avranno sempre al loro fianco nel combattere gli illeciti e nel rifiutare di essere sopraffatti dai delinquenti e dalle loro azioni malavitose.
Tutti insieme testimonieremo questa voglia di legalità con un momento ad hoc nei prossimi giorni.

Il Sindaco
Nadia Rosa

Come fare per ...